Progress

Giuseppe Bartolini

Giuseppe (Beppe) Bartolini è nato il 6 giugno 1938 a Viareggio. Ha prodotto i primi dipinti ad olio nel 1958 e l'anno seguente ha partecipato al premio Larderello.
Nel 1959, tramite il pittore Sandro Luporini, entra a far parte di un gruppo di artisti attivi a Milano tra i quali Gianfranco Ferroni, Giuseppe Guerreschi, Giuseppe Banchieri, Bepi Romagnoni e lo stesso Luporini che faceva parte del realismo esistenziale. Inizia dunque una evoluzione in cui combina le sue radici culturali ed ambientali con l'interesse verso le opere proposte dai pittore del periodo post bellico.
Bartolini si diploma al liceo artistico di Carrara e nel 1960 si iscrive alla facoltà di Architettura a Firenze. Nello stesso anno il primo premio alla Mostra d'arte degli studenti italiani (in giuria, tra gli altri, Giorgio de Chirico, Giuseppe Ungaretti, Pericle Fazzini, Fortunato Bellonzi). Dopo due anni abbandona gli studi accademici per dedicarsi alla sua pittura.
Dopo avere vissuto a Milano e Firenze, torna a Pisa dove vive e allora tutt'oggi.
Dalla seconda metà degli anni '60, le opere di Bartolini suscitano l'attenzione di critici e gallerie d'arte. Si ricorda la mostra presso la Galleria del Milione a Milano (1967), con presentazione di Franco Russoli, e la successiva collaborazione con il Fante di Spade di Roma e la Galleria Santacroce di Firenze. Alla fine degli anni Settanta Bartolini aderisce al gruppo La Metacosa, sodalizio artistico nato fra alcuni pittori toscani e lombardi (Giuseppe Biagi, Gianfranco Ferroni, Bernardino Luino, Sandro Luporini, Lino Mannocci, Giorgio Tonelli), attivi tra Milano, Pisa, Viareggio e Londra. Tra i più intensi pittori figurativi italiani, Bartolini si è fatto interprete della realtà, sia naturale (il paesaggio) che metropolitana (le periferie), unendo a una straordinaria sapienza tecnica una grande sensibilità poetica, che dell'ambiente indaga valori di metafisica sospensione e di forte ispirazione lirica.
Nel corso della sua attività pittorica, Bartolini si è a lungo soffermato sull'analisi del territorio pisano, realizzando sulla città di Pisa alcune delle sue opere di maggiore impegno, come per esempio "Orto Botanico", del 1979, e vari paesaggi dei primi anni Ottanta.

Opere

Si visualizzano di seguito alcune opere
  • Zoom_x100_studio-arte-zanetti_all-rights-reserved_giuseppe-bartolini_www.zanettiarte.com_10007
Studio-arte-zanetti_all-rights-reserved_giuseppe-bartolini_www.zanettiarte.com_10007
Giuseppe Bartolini
titolo
Maggiolino VW
tecnica
litografia su pietra
dimensione
290 x 245 mm
anno/periodo
2006

Su questo sito vengono utilizzati i cookie, anche di terze parti, per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza di navigazione e per rilevare dati statistici globali. Per saperne di più o dare il consenso, clicca qui. Leggi di più