Progress

Archivio Antonio Stagnoli

Dopo la scomparsa di Antonio Stagnoli, avvenuta il 24 ottobre 2015, e come da suo testamento pubblico del 23 aprile 2012, il nipote Mario Zanetti viene riconosciuto e confermato quale unico soggetto legittimato alla custodia della sua opera e della sua immagine.

Mario Zanetti, quindi, tramite lo Studio d’Arte Zanetti, con l’intento di concedere anche uno strumento ed un servizio a tutti gli estimatori dell’opera di Stagnoli, ha costituito l’Archivio Antonio Stagnoli per raccogliere e curare, studiare, approfondire ed archiviare le fotografie della produzione artistica più significativa del Maestro (previa Analisi/Parere di Autentica in fase di inserimento). Il tutto al fine di poter concretizzare e pubblicare il Catalogo Generale delle Opere, sviluppando così un percorso storico ed artistico ad hoc.

Per questi motivi l’Archivio cataloga, analizza, archivia, conserva e pubblica anche documenti vari, articoli, lettere, pubblicazioni, cataloghi, fotografie, video, premiazioni, riconoscimenti ed oggetti inerenti la carriera artistica di Antonio Stagnoli.

Al fine di favorire la più ampia visione dell’uomo e artista Antonio Stagnoli, l’Archivio sollecita la sensibilità e l’interesse di tutti coloro che, negli anni, hanno intrattenuto con l’artista rapporti di amicizia e di collezionismo e di tutti coloro che sono entrati in possesso di documenti vari riferibili a Stagnoli, a prendere contatti con lo Studio d'Arte Zanetti (cliccare qui) al fine di provvedere alla loro corretta catalogazione ed archiviazione.

Tutta la documentazione fotografica delle opere d’arte contenuta nell’Archivio avrà un’importanza di rilievo nella ricostruzione del percorso storico e artistico di Stagnoli, unitamente a tutto il materiale in esso contenuto.
Le fotografie delle opere catalogate e conservate a cura dell’Archivio, costituiranno il punto di riferimento per tutte le pubblicazioni, le esposizioni museali e per gli studi da parte di esperti, storici e professionisti del settore, divenendo in esclusiva parte di tutti i progetti a divenire.

PER SCARICARE IL PDF
INFORMATIVA DETTAGLIATA INSERIMENTO OPERE E DOCUMENTI NELL'ARCHIVIO ANTONIO STAGNOLI
cliccare qui


Antonio Stagnoli - Atelier, abitazione

Particolarmente importante al fine della tutela e della valorizzazione dell’opera di Antonio Stagnoli, risultano essere l’atelier e l’abitazione del Maestro a Bagolino (Brescia), in cui l’artista viveva e lavorava immerso nella sua atmosfera, in simbiosi con l’ambiente che lo circondava e da cui traeva ispirazione per la sua opera.

Questo spazio architettonico dal fascino straordinario è caratterizzato da un piano mansardato con vista sui monti Maniva e Vaia, sulla Valle del Caffaro, sugli orti e sui tetti dell’abitato di Bagolino.

Ambienti che hanno un grande valore sia artistico che antropologico e, a ragione di ciò, lo Studio d'Arte Zanetti lavora da tempo con particolare attenzione, rispetto, sensibilità e lungimiranza alla conservazione ed alla catalogazione dei mobili di pregio, dei quadri, dei pennelli, dei pennini, delle matite, dei pastelli, delle lastre di rame e di zinco incise per l’esecuzione di acqueforti, puntesecche e litografie, delle carte, delle tele, delle incisioni, delle fotografie, delle lettere e di tutto il materiale che l’artista aveva utilizzato fino a pochi giorni prima della sua scomparsa.

Stagnoli è nato a Bagolino, Brescia, in Valle Sabbia, e dalle sue radici ha saputo trarre quella linfa vitale tanto lombarda perché profondamente “Civile” e “Sociale”, che ha poi trasfuso nella sua opera e per quel tramite ha trasmesso e trasmette al mondo intero.

La finalità di questo lavoro delicato, attento e complesso, è di fare rivivere questi spazi quale testimonianza di un grande uomo ed artista che con la sua opera fa riemergere tematiche e contesti che rischierebbero inevitabilmente di scomparire e che, come tali, rivestiranno in futuro un ruolo fondamentale, divenendo, nel loro insieme, un documento di straordinaria importanza artistica, antropologica e storica. Considerazioni che rivelano l’attualità del suo messaggio e della profonda umanità della sua lezione di vita, ispirata ai valori autentici di un vivere civile fondato sulla dignità, la cultura e la bellezza.

Tutto questo costituirà, pertanto, una solida fondamenta su cui costruire un ponte con il futuro e, quindi, con le nuove generazioni. L’atelier di un artista si rivela infatti un luogo vivo in cui ci si incontra, si discute, si lavora, si approfondisce la sua opera e, quindi, il contesto in cui è idealmente nata, ha preso forma e si è poi sviluppata e definita. Con la conoscenza e la valorizzazione dell’opera di Stagnoli si promuove il territorio ed auspicando l’interazione con le istituzioni, gli enti, le associazioni ed i soggetti privati che vi operano, si ha certamente un risvolto sul piano culturale di carattere europeo ed internazionale.

Studio-arte-zanetti_comune-sella-giudicarie_30.07.2017_zaccuri-avvenire_antica-chiesa-san-barnaba_estate-2017

ALESSANDRO ZACCURI - PRESENTAZIONE DEL ROMANZO "LO SPREGIO" nell'ambito del progetto/evento culturale "Agonismo e furore. Lo sport esorcismo della guerra"

Studio-arte-zanetti_speciali-televisivi

SERVIZI TELEVISIVI mostra-festival "IN LUCE E OMBRE, Omar GALLIANI"

Link utili

La Bottega di Ciro
 
                 
Comune di Bondo Consorzio Turistico Valle del Chiese
   
Centro Studi Judicaria
Aiutiamoli a vivere

 

Su questo sito vengono utilizzati i cookie, anche di terze parti, per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza di navigazione e per rilevare dati statistici globali. Per saperne di più o dare il consenso, clicca qui. Leggi di più